Fotografia notturna al San Bernardino

Ho sempre un po’ snobbato il passo del San Bernardino, non so nemmeno il perché, ma essendo affezionato alla valle Bedretto può darsi sia per quello. In effetti per quanto riguarda la fotografia notturna e alla via lattea, è ben messo,poca luce, begli spazi e aperto verso sud, con la parete del pizzo Uccello a fare da sfondo. Adoro le montagne!

Complice la canicola della settimana scorsa, ho fatto un paio di uscite al passo con l’intento di a) di dare al mio cane un po’ di refrigerio e b) di scattare qualche foto.

Al di là dell’ambiente strepitoso che mi pare ovvio, ho voglia di dire due cose sul materiale.

La prima serie l’ho scattata con la D800 e con il 14-24 nikon. Mi mancava un po’ di apertura perché mi sarebbe piaciuto scattare l’arco quasi intero sopra al pizzo Uccello, così la seconda serie l’ho scattata con l’ 8-15 della nikon. I risultati ottenuti mi confermano che il 14-24 è il migliore obiettivo che ho, o quantomeno quello che mi da più soddisfazioni, e poi , montato su una full frame ha un angolo di apertura meraviglioso con relativamente poca distorsione, l’altro è un ottimo obiettivo ma non per fare queste cose, l’apertura scarsa mi obbliga a lavorare con iso abbastanza alti e quindi poi il risultato non è come vorrei.

La post produzione, per uno daltonico, è un eterno dilemma e non riesco mai a decidere come elaborare per cui sono come sono.

Mi piacerebbe trovare dei posti dove posso variare le composizioni, ho delle idee da sviluppare per la fotografia notturna ma fatico a metterle in pratica, devo spostarmi su qualche cima e scattare da li.

Per inciso: il cane si è divertito un sacco 🙂

Immagini collegate:

Related posts

Leave a Comment