La via lattea

Cascava prorpio bene la fase di luna scura. Ho ancora qualche giorno di libero e mi decido di fare degli scatti alla via lattea. Si crea la domanda… dove?
Semplice, vado al lago del Leit e le faccio li, guardo bene ma poi mi accorgo che il mio oggetto è messo fotograficamente non dove vorrei… mumble mumble… ci sono, il lago del Griess è perfetto.
Carico tutte le cose e parto. Parcheggio al tornante e la strada è sbarrata per pericolo di frane. Salgo di nuovo al passo, mi guardo attorno un po’, vorrei anche provare a fare dei timelapse. Non so, non mi ispira.
Riprendo l’auto e decido, ora sono convinto, vado al lago del Griess passando per la capanna del Corno Griess. Mi incammino che è già buio e nel giro di un oretta abbondante arrivo li dove volevo arrivare ed è NUVOLOSO… no problem, mi ficco nel sacco a pelo e aspetto, il cane mi guarda un po’ stranito…
Alla fine si apre e riesco a fare qualche scatto, anche se disturbato dai faretti rossi delle pale eoliche.

Sull’onda delle belle nottate rifaccio la medesima cosa ma i laghetti del Naret e provo anche a fare un panorama.
Ora inizia a piacermi un po’ di più e mi vengono delle idee….

Related posts

Leave a Comment